Come rendere WordPress multilingua




WordPress è un potente strumento per creare siti web di diverso tipo e con diverse funzionalità. Per creare un sito WordPress multilingua, sono necessari pochi e semplici passaggi.

Spesso e volentieri, quando si realizza un sito web, c’è la necessità di renderlo multilingua, fornendo la possibilità agli utenti di leggere il sito in lingue diverse.

L’operazione può essere svolta attraverso l’utilizzo di determinati plugin, gratuiti o a pagamento, che permettono di gestire due o più lingue all’interno della stessa installazione WordPress, in modo da organizzare al meglio i contenuti.

I plugin che permettono di creare un sito WordPress multilingua, permettono di indicizzare i contenuti nelle lingue aggiunte al proprio sito, ottenendo così visibilità da parte di altri paesi.

Polylang

Polylang, è un plugin fornito gratuitamente con funzioni basiche, oppure a pagamento per usufruire di funzionalità più avanzate, come quelle per WooCommerce.

Il plugin permette di aggiungere delle lingue e di tradurre i contenuti assegnandoli alla lingua desiderata.

Per creare un sito WordPress multilingua, Polylang è semplice da usare e permette un’ottima organizzazione delle lingue e dei contenuti assicurando dei risultati in termini di SEO.

WPML

WPML permette di creare siti WordPress multilingua traducendo direttamente i contenuti all’interno del cms.

Il plugin è esclusivamente a pagamento, offrendo diversi tipi di piani con diverse funzionalità. WPML, offre inoltre un servizio di assistenza che permette di risolvere tutte le difficoltà che si possono incontrare utilizzando il plugin.

Come Polylang, WPML permette di ottimizzare al meglio la SEO multilingua, indicizzando i contenuti in diverse lingue. Il plugin è inoltre compatibili con i maggiori temi conosciuti acquistabili sul mercato e su plugin con WooCommerce.

Google Language Translator

Google Language Translator permette di tradurre un sito WordPress direttamente attraverso Google Translate.
A mio parere si tratta di una soluzione di emergenza, perché come tutti sappiamo bene, Google Translate non offre una grande qualità nelle traduzioni.

Google Language Translator è gratuito e offre una semplice impostazione per iniziare a tradurre in automatico il proprio sito WordPress, aggiungendo diverse lingue.


Condividi l'articolo:



Chi sono


Edoardo Valenza

Edoardo Valenza

Appassionato fin da sempre del mondo web mi sono specializzato nella creazione di siti ecommerce, creazione di siti web e in strategie di digital marketing.

Migliori temi WordPress: come sceglierli


L’utilizzo di WordPress si estende a macchia d’olio, le funzionalità semplici ed intuitive danno la possibilità a chiunque di poter investire in modo mirato e senza troppe problematiche legate al mondo della programmazione dei siti web. È però necessario conoscere alcune strategie per impostare layout e composizione della pagina per attrarre più persone possibili ed…


LEGGI

Altri articoli





Temi WooCommerce: come scegliere quello giusto


L’apertura di un negozio online necessita di diverse accorgimenti per essere più appetibile possibile all’utenza,…


LEGGI


Migliori temi WordPress: come sceglierli


L’utilizzo di WordPress si estende a macchia d’olio, le funzionalità semplici ed intuitive danno la…


LEGGI


Come migliorare le vendite di un sito ecommerce


Quando si apre uno shop online, l’obiettivo principale è quello di migliorare le vendite, ma…


LEGGI